Preparare una torta

Pubblicato da : | 0 Commenti | Il : 19 agosto 2012 | Categoria : Come fare per...

Preparare una torta

Preparare una torta con le proprie mani è più semplice di quanto sembri perché, come diceva qualcuno,

anche l’azione apparentemente più complessa è sempre la somma di tante piccole azioni semplici!

Impastare, farcire, spennellare, decorare, inzuppare, infornare. Ma come si fa a preparare una torta? E, soprattutto, come si fa a rimediare agli errori più comuni in cucina? Partiamo dal presupposto che preparare dolci in casa è già di per sé una grande soddisfazione e che, seppur con qualche difettuccio, le torte casalinghe sono di gran lunga preferibile a quelle acquistate, per gusto e genuinità degli ingredienti.


In questo post non vi suggerirò la ricetta del pan di spagna, della pasta genovese o della cheesecake ma vi fornirò alcuni preziosi consigli validi per ogni tipologia di torta (o quasi), per la loro preparazione e cottura.

Preparare

Preparare una torta e utilizzare gli ingredienti. Il problema più frequente è quello degli ingredienti di base che vengono a mancare: sembra impossibile sostituire le uova, la miscela di farina e lievito o il burro. Niente paura, perché ogni uovo può essere rimpiazzato da 5 ml di aceto bianco, la farina può essere setacciata in precedenza con il lievito in polvere e del burro si può fare a meno se lo si sostituisce con la stessa quantità di olio di semi di soia o yogurt greco. Se nell’impasto ci va l’uvetta, meglio metterla a bagno in una tazza di tè per una notte così da rafforzarne l’aroma. Prima di unirla all’impasto, dovrete infarinarla per evitare che, in cottura, si depositi tutta sul fondo della torta.

Le tortiere vanno sempre rivestite con un foglio di carta da forno o, in alternativa, imburrate e infarinate per bene. Questa tecnica fa in modo che la torta, una volta cotta, si stacchi facilmente dallo stampo restando intatta. Se questo non dovesse accadere, potete provare a posizionare la teglia incriminata su un panno umido per qualche secondo e poi riprovare a staccare la torta. In ogni caso, posizionando una striscia di alluminio al centro della tortiera prima di versarvi l’impasto eviterete che la torta si attacchi al centro, la parte più delicata.

Cuocere

Preparare una torta significa anche controllare e saper gestire la cottura in forno, affinché la torta ne esca gonfia ma non troppo, soffice ma non liquida, dorata ma non bruciata. Innanzitutto, mettete un recipiente dai bordi bassi e pieno d’acqua sul piano inferiore del forno e, dunque, sotto alla torta. In questo modo la torta non correrà il rischio di bruciarsi. Se dovesse scurirsi troppo in superficie ma vi accorgete che la cottura non è ancora terminata, potete coprire la torta con un foglio di alluminio che la protegga dalle alte temperature. Sarebbe preferibile non aprire mai il forno durante la cottura, o comunque, non prima di un certo tempo. Se proprio dovete farlo per controllare cottura e consistenza, ricordatevi di richiudere piano lo sportello per non provocare un cambio d’aria improvviso e fare afflosciare, così, la torta.

Sfornare

Bene, avete portato a termine la cottura della vostra torta. La domanda è: com’è? I problemi che potrebbero sorgere a questo punto sono diversi, ma con qualche trucchetto potrete recuperare la torta e la vostra autostima. Se la torta è afflosciata al centro, tagliate la parte bassa con un bicchiere e scartatela così da ottenere una ciambella. Se la torta è troppo asciutta bucherellate la superficie con un ago e irroratela con il vostro liquore preferito facendolo assorbire (come si fa con il babà). Ma la torta potrebbe essere anche bruciata in superficie, in questo caso vi basterà raschiare via la parte bruciata, capovolgere la torta e glassare la sua “nuova superficie”.

Se la vostra torta è un delizioso e perfetto pan di spagna, potreste aver bisogno di qualche consiglio per ricavarne dischi uguali da farcire. Solitamente non si utilizza il coltello per tagliare il pan di spagna, bensì il filo di cotone. Circondate il pan di spagna lungo il perimetro, legate fra loro i due capi del filo di cotone e tirate con decisione. Otterrete un taglio perfetto!

Share This Post!

Scrivi un Commento